Per stare meglio con se stessi e con gli altri

www.starmeglioconsestessi.net

Per stare meglio con se stessi e con gli altri

Sono una Psicologa Clinica, laureata nell'ormai lontano anno 2000; dopo anni di volontariato nell'ambito del settore delle tossicodipendenze, sia prima della laurea, fase da cui è nato un lavoro di tesi sugli aspetti predittivi della tossicodipendenza nella famiglia del tossicodipendente, seguito dall’illustre professoressa Maria Grazia Cancrini presso l'Università la Sapienza di Roma, sia dopo la laurea presso l'Associazione A.g.la.s.t. in Roma nel quartiere di Villa Gordiani con servizi di Consulenza a persone con problemi di droghe e di Alcool. 

Nel 2005 ho iniziato a lavorare come operatrice presso l'Associazione Aglast in progetti sulla prevenzione delle dipendenze nelle scuole di Roma, e presso il Piano di Zona S9 di Sapri(SA). Dopo la laurea e dopo un tirocinio di un anno (2001) presso il SER.T. di via Dei frentani a Roma, nel 2002 ho preso l'abilitazione come Psicologo e mi sono iscritta all'albo degli Psicologi del Lazio. Dopo l'abilitazione ho avuto la possibilità di realizzare un progetto sperimentale di lavoro da svolgere presso il carcere circondariale di Regina Coeli in Roma, sulla doppia diagnosi e diagnosi nascosta con i detenuti Tossicodipendenti; il progetto aveva la supervisione del Professor Vittorino Andreoli. 

 Dal 2002 al 2007 ho svolto un corso di specializzazione in psicoterapia ad orientamento sistemico-relazionale presso la scuola "Random" afferente al "Centro Studi Terapia familiare" del Professor Luigi Cancrini. 

Nel 2008 ho conseguito il titolo di Psicoterapeuta Familiare e di Coppia. Il lavoro presso il piano di Zona S9, svolto dal giugno del 2005 a dicembre 2011 consisteva in consulenze e valutazioni prescritte dal Tribunale civile o dal Tribunale dei Minorenni o dalla procura della Repubblica. Gli interventi erano su adulti, famiglie e minori con alto disagio sociale. In particolare il lavoro consisteva nello svolgere valutazioni delle competenze genitoriali, sostegno alle capacità genitoriali, mediazione familiare e di coppia, sostegno a minori, spazi protetti e spazi neutri. Inoltre, sempre per il Piano di Zona S9, facevo parte dell'equipè adozioni dell'ASL SA3: nell'ambito di tale ruolo mi occupavo di formare, valutare e accompagnare le coppie che si rendevano disponibile ad adottare. 

Da dicembre 2009 a febbraio 2011 ho lavorato presso il Centro di Riabilitazione Psico-Motorio "Centro Juventus", in Vibonati, come psicoterapeuta, con sostegno alle famiglie dei minori che afferivano alle cure del centro e con sostegno ai minori stessi, svolgendo anche psicodiagnosi in età evolutiva. 

Nel 2003 ho conseguito, inoltre, la laurea in Consulenza Grafologica, presso l'Università la Lumsa di Roma. Grazie a questo titolo dal 2005 mi sono iscritta presso il Tribunale e la Procura della Repubblica, prima di Sala Consilina e oggi di Lagonegro, come CTU e CT. Dal 2003 ho svolto un intenso lavoro peritale in ambito grafologico sia in ambito pubblico che privato come CTP. 

Dal 2007 mi sono iscritta anche come CTU psicologo presso gli stessi tribunali e Procura della Repubblica oltre a svolgere in ambito privato attività di CTP in collaborazione con diversi studi di avvocati della Capitale. 

Dal 2012 collaboro con la Cooperativa Ibis, sita sempre in zona prenestina, quartiere Villa Gordiani, come psicoterapeuta inserita in progetti di tutela giuridica del minore in collaborazione con i Municipi di Roma Capitale e in vari centri della famiglia sia municipali che cittadini. 

Dal 2015 sono responsabile del servizio di Unità di Strada della Cooperativa IBIS, il servizio svolge attività di riduzione del danno offrendo materiale sterile ai soggetti tossicodipendenti, raccolta siringhe e prevenzione malattie sessualmente trasmissibili. Dal 2003 svolgo attività di consulente psicologo presso studio privato e dal 2008 attività di psicoterapia. 

 Dal 2003 lavoro anche nell'ambito sportivo, in particolare all'interno delle scuole calcio, come psicologo nello sport. Dal 2003 la FIGC ha previsto che le scuole Calcio, per avere il riconoscimento più elevato di scuole calcio specializzate, devono avere al proprio interno, tra il proprio staff, anche la figura dello psicologo. In quest'ambito mi occupo di comunicazione, di come gli adulti comunicano con i bambini per garantire al bambino uno spazio che sia davvero "uno spazio di gioco e socializzazione" oltre che di apprendimento del gioco calcio. Dopo aver conseguito il titolo di psicoterapeuta mi sono formata molto sul tema della comunicazione ed ha svolto diversi corsi di formazione nel Lazio e in Campania presso scuole e enti pubblici. Ho lavorato per molti anni e tutt'ora lavoro con gli adolescenti e con i bambini con disagio sia legato alla sfera emotiva, che comportamentale. 

 L’ottica, che muove il mio lavoro è sempre stata la promozione del benessere, benessere inteso nella forma in cui tutti i partecipanti ad una relazione in un determinato contesto hanno la possibilità di confrontarsi in modo chiaro, con ruoli chiari e regole chiare. In tale ottica benessere non significa necessariamente assenza di conflitto ma il conflitto può esistere all’ interno del benessere se il conflitto è inteso come confronto costruttivo tra due più persone che si relazionano e non inteso come sfida. La comunicazione è alla base delle relazioni umane e per tale motivo è importate trovare il giusto modo di comunicare con gli altri per stare meglio con se stessi e per convivere meglio con gli altri nei diversi contesti in cui l'individuo si trova a vivere. La riscoperta delle proprie risorse e la fiducia nelle proprie capacità permette di vivere al meglio le vicissitudini quotidiane e di allontanare il disagio. Questo metodo di lavoro risulta molto efficace per i disturbi psicosomatici e disagi personali in genere. Oggi svolgo l'attività di psicoterapeuta a coppie e a famiglie in difficoltà e offro il mio supporto personale in contesti non istituzionali, come in alcune scuole che hanno bisogno di capire come impostare la relazione con gli studenti e con le famiglie. 

Offro il mio apporto professionale in molte situazioni di separazione e divorzio in cui i bambini risentono dei conflitti genitoriali: aiutando i genitori a mediare il conflitto e i bambini a superare il disagio della condizione familiare. 

 Per il trattamento dei traumi legati ad eventi improvvisi (morti, terremoti, attentati, incidenti, ecc), a cambiamenti di vita (separazioni, cambio o perdita di lavoro, lutti, abbandoni, ecc.) e a traumi infantili legati a blocchi emotivi che hanno segnato la fase evolutiva dell'individuo utilizzo la tecnica dell'EMDR. L’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress, soprattutto allo stress traumatico. L’EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica ed è una metodologia completa che utilizza i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra per trattare disturbi legati direttamente a esperienze traumatiche o particolarmente stressanti dal punto di vista emotivo. Dopo una o più sedute di EMDR, i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico hanno una desensibilizzazione, perdono la loro carica emotiva negativa. Il cambiamento è molto rapido, indipendentemente dagli anni che sono passati dall’evento. Dopo l’EMDR il paziente ricorda l’evento ma il contenuto è totalmente integrato in una prospettiva più adattiva. L’esperienza è usata in modo costruttivo dall’individuo ed è integrata in uno schema cognitivo ed emotivo positivo. Cioè il paziente realizza le connessioni di associazioni appropriate, quello che è utile è appreso ed immagazzinato con l’emozione corrispondente ed è disponibile per l’uso futuro. Per visualizzare il mio curriculum potete collegarvi alla pagina dell'ordine degli Psicologi del Lazio qui segnalata in basso: